Archivio di agosto 2010

Ciccanti (udc): Germanà antiberlusconi?

martedì, 17 agosto 2010

“Ringrazio Germanà dei riconoscimenti accademici che mi attribuisce anche se polemicamente, ma le norme costituzionali invocate sono da studenti del primo anno di giurisprudenza, quantunque affermate da autorevoli costituzionalisti come Mirabelli”. E’ la replica dell’On.Amedeo Ciccanti dell’udc che conclude invitando il giovane deputato del PDL a “essere coerente tra le sue tesi politiche e il suo sito web, infarcito di video ‘you tube’ antiberlusconiani, che rappresentano la galleria delle peggiori storie di immoralità pubblica e privata di personaggi di spicco del suo partito”.

Ciccanti (udc): democrazia rappresentativa non è diretta.

lunedì, 16 agosto 2010

“A proposito delle dichiarazioni del Ministro Alfano sulla sovranità popolare, gli atudenti del primo anno di giurisprudenza ricordano a noi parlamentari e a maggior ragione al Ministro della Giustizia che l’art.1, comma 2, della Costituzione recita: ‘La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione’, quindi anche degli articoli 88, comma 1, 92, comma 2, 93 e 94, che regolano i rapporti tra Presidenza della Repubblica, Parlamento e Governo”. Lo afferma l’On.Amedeo Ciccanti dell’udc che ritiene “la polemica degli esponenti del PDL nei confronti del Capo dello Stato un atto di slealtà nei confronti della Costituzione nei confronti della quale hanno prestato giuramento di fedeltà, che nei confronti degli italiani vale molto di più della fedeltà a Berlusconi e ai suoi interessi”.

Terzo polo: una prospettiva politica possibile

martedì, 3 agosto 2010

“Per il momento non si può parlare di terzo polo ma di area di dialogo, che può anche arrivare anche a strutturarsi come un terzo polo politico ed elettorale se si creano le condizioni operative nel futuro, ma è tutto da verificare”. Lo afferma l’On.Amedeo Ciccanti, che era presente nella delegazione udc che si è incontrata con quelle dell’MPA-API e FLI. “Mi sembra utile sottolinere – ha affermato – che parlare di Mezzogiorno, di federalismo fiscale non secessionista, di riforme costituzionali ed istituzionali, di apertura dei mercati,  modernizzazione del sistema Paese e della giustizia, a prescindere dalle leggi ad personam, è condizione necessaria per stabilizzare utili azioni di governo che aiutino il Paese ad uscire dalla crisi”. “La nostra – ha evidenziato – è un’opposizione repubblicana non pregiudizialmente oppositiva, così come abbiamo sempre detto. Abbiamo chiesto più volte alla maggioranza  un confronto aperto, ma ci è stato sempre negato”. “Plaudiamo a due componenti della maggioranza (MPA-FLI)  - ha concluso – le quali hanno compreso questa utilità del confronto e su questa metodologia dobbiamo scommetere per l’azione politica futura, sulla quale speriamo di ritrovare anche altre parti importanti dell’opposizione”.

Terzo polo:Di Pietro come i berlusconiani

martedì, 3 agosto 2010

“Lascia perplessi tra quello che scrive Di Pietro sul suo blog contro l’udc e il terzo polo e l’assonanza con le dichiarazioni dei berlusconiani. Non so se Di Pietro si sta rendendo conto che la politica moderata, ma non antiberlusconiana, dell’udc sta incidendo sulla vita politica parlamentare molto di più di quella sua, rissosa e giustizialista, così come dimostra la riunione di oggi con FLI e API. Lo afferma l’On.Amedeo Ciccanti dell’udc, che sottolinea la “capacità di interloquire di Casini con Fini e la evoluzione della politica italiana proprio su temi seri e importanti per gli italiani come quello del rispetto della legalità, senza le distorsioni berlusconiane”.  ”La realtà è che Di Pietro è una voce nel deserto, che scava cunicoli di consenso a danno del Partito Democratico con la strumentalizzazione di valori importanti sul piano dell’etica politica, mentre noi dell’udc – conclude – riusciamo a far ragionare parti importanti dei moderati che votano acriticamente Berlusconi e stiamo  mettendo in crisi il metodo delle leggi ad personam e la stessa maggioranza”.